Crea sito

Un polpo raccoglie una noce di cocco e la usa come rifugio

Il polpo è considerato uno degli invertebrati più intelligenti; è stato, per esempio, dimostrato che il polpo comune ha la capacità di apprendere se sottoposto a test di apprendimento per associazione e osservando gli altri della sua specie, capacità che era stata dimostrata solo in alcuni mammiferi. Quest’ultima evidenza è alquanto sorprendente, poiché, essendo il polpo un animale fortemente solitario, sembrerebbe inspiegabile un comportamento simile, tipico di animali con rapporti sociali. Una volta pescato, è in grado di riguadagnare la libertà uscendo attraverso i boccaporti delle navi. Sottoposto a test durante i quali gli è stata somministrata una preda rinchiusa in un barattolo, il polpo ha dimostrato di essere in grado di aprire il barattolo per raggiungere il cibo. Talora usa acquattarsi sotto gli anfratti rocciosi del fondo marino, talora invece vive in tane preparate con pietre disposte in circolo. (mod. da Wikipedia)

Poiché la Natura non ha dato loro un guscio e nemmeno ossa in grado di proteggerli, possono essere facili bersagli dei predatori. Per difendersi, come hanno notato vari studiosi e filmaker, hanno imparato ad utilizzare utensili o parti di relitti trovati sul fondale.

Alcuni esemplari sono in grado, ad esempio, di raccogliere le due metà di una noce di cocco abbandonate sulla spiaggia per assicurarsi una corazza “portatile” e leggera, che può essere sollevata e trasportata con estrema facilità. Il polpo di questo video, realizzato ad aprile, sul web ha raccolto già oltre un milione di visualizzazioni. Il mollusco trasporta la noce di cocco “camminando” sul fondale per infilarsi al suo interno in caso di minaccia.


You may also like...

Altro... Piateve 'sti spicci, Video
Foto perfette per un mondo imperfetto

Un’emozionante avventura nei suggestivi itinerari della Sardegna

Danza nel prato sotto la doccia per mamma alce con i suoi due cuccioli

Basta saper piegare un foglio per rendere unici i tuoi regali

Atterraggio in uno degli aeroporti più pericolosi al mondo

Chiudi