Crea sito

Basta tablet e videogiochi, riportiamo i bambini a giocare nella natura

Una volta ci si divertiva con poco, bastava stare a contatto con la natura, nei parchi, nei boschi o nei campi. E grazie alla fantasia, era bello immaginare di essere indiani o pirati, costruire forti nascosti nelle siepi o accampamenti tra i rami degli alberi… Eppure i bambini di oggi sembrano avere gusti completamente diversi.

Nel video di Nature Valley, azienda produttrice di barrette energetiche ai cereali, vengono intervistate tre generazioni di individui: nonni, figli e nipoti raccontano come giocavano e giocano. Cosa emerge? Il passatempo preferito è il videogame, e allo stare insieme fuori, all’aria aperta, oggi si preferisce passare ore in casa, da soli, con gli occhi fissi su tablet e Play Station.

Il video esorta le famiglie a riprendere la buona abitudine di uscire e riportare i figli a contatto con la natura. Volete qualche suggerimento sulle attività da fare con loro? Guardate la lista delle 50 cose da fare prima dei 12 anni. E non dimenticate che, come vi abbiamo spiegato, i bambini che fanno giochi “pericolosi” (ovviamente senza esagerare) crescono più sani e intelligenti.
(Fonte)

You may also like...

Altro... Emozioni immagini e parole, Video
Lo starnuto del cucciolo di Pomerania conquista il web

Alla guida di una Porsche Spyder, ‘saluta’ tutti e si schianta

Delfini giocano sul dorso delle balene

Taglia la barba dopo 14 anni, ecco la reazione della sua famiglia

Afferrare il bouquet della sposa o la bambina?

Chiudi